Palazzo Niccolini al Duomo

Un minuto stai combattendo con i turisti in Piazza del Duomo, un secondo dopo stai entrando in un pezzo di storia, questo straordinario palazzo. Prendi l’ascensore per la residenza; due piccoli alberi, un paio di sedie antiche e una targa d’ottone annunciano la reception.

Costruito dalla famiglia Naldini nel 16 ° secolo sul sito della bottega dello scultore di Donatello, l’edificio è cresciuta costantemente in grandezza; il recente restauro, non ha sminuito la sua bellezza, aggiungendo alcune strutture eccellenti.

È tutto cio che ti puoi sperare da un posto così – favolosamente elegante e lussuoso, con affreschi del 18° secolo, effetti d’olio, mobili antichi e letti magnifici… ma in nessun modo scoraggiante, grazie ai molti tocchi personali; il padrone è una delizia. La suite superiore è più bella del Duomo stesso.

Rilassati nel salotto con i ritratti di famiglia ed alcuni libri. Due fotografie firmate sono state inviate nel 1895 dal re d’Italia alla Contessa Cristina Niccolini, l’ultima dei Naldini. Ha sposato la famiglia del proprietario, portando il palazzo, come parte della sua dote. Un luogo eccezionale.

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*